PREVISIONI TRAFFICO

BARRIERE ANTIRUMORE

L’Autostrada del Brennero, tra le prime in Italia, si è posta il problema dell’inquinamento acustico impegnandosi a individuare  gli stati di disagio e a studiarne le soluzioni. Già nel 1987 - ben prima dell’entrata in vigore delle relative normative - Autobrennero ha elaborato un progetto di massima di barriere antirumore da installare, adottando anche tecniche complementari, quali l’uso di asfalto drenante e fonoassorbente in grado di contenere le emissioni di rumore prodotte dal contatto pneumatico-asfalto e di assorbire una parte di energia sonora emessa dalle altre parti in movimento del veicolo.

Il piano di contenimento e abbattimento del rumore di Autostrada del Brennero - che sottopone regolarmente l’intera tratta di 313 km dal Brennero a Modena  ad attento monitoraggio per individuare le zone con i livelli di rumorosità più elevati, anche in relazione  alla urbanizzazione  delle aree attraversate - è stato aggiornato nel 2013 recependo anche le prescrizioni avanzate dal Ministero dell’Ambiente.

Lungo l’Autostrada del Brennero sono previste 214 barriere antirumore per uno sviluppo di 126,7 km, di cui 117 previste tra Verona e Modena, nell’ambito del progetto per la realizzazione della terza corsia. Le restanti barriere, da Brennero a Verona, contenute nel piano di contenimento e abbattimento del rumore, sono 97 per uno sviluppo di 63 km.

I sistemi di protezione adottati da Autobrennero consentono un rapido montaggio delle barriere riducendo le operazioni di cantiere e quindi l’ingombro della sede autostradale. In fase di progettazione la tipologia delle opere viene definita in funzione di un inserimento armonioso nel paesaggio come ad esempio la barriera di Bressanone di tipo “vegetale”, quella di Trento realizzata a tunnel per ridurre l’effetto “scoppio” dei veicoli in uscita dalla galleria di Piedicastello, o  quella che attraversa la città di Bolzano, rivestita da lastre di alluminio anodizzato che coprendo anche il cordolo esterno creano un effetto avvolgente.

Assolutamente unica ed innovativa nel suo genere è poi la sperimentazione di una barriera a protezione dell’abitato di Marano di Isera, in provincia di Trento, che oltre a garantire la propria fondamentale funzione antirumore, sfrutta l’energia solare trasformandola in energia elettrica attraverso un rivestimento di pannelli fotovoltaici.

Secondo gli studi acustici effettuati da Autostrada del Brennero, la realizzazione degli impianti previsti tra il 2012 e il 2016, di lunghezza complessiva pari a 45 km, porterà ad una riduzione della popolazione esposta al rumore pari a 6.710 abitanti. La realizzazione delle barriere fonoassorbenti previste tra 2017 e 2022, per altri 82 km, porterà un’ulteriore notevole riduzione del numero di abitanti esposti ed enormi benefici in termini di tutela dell’ambiente e di salvaguardia della salute pubblica.

CALCOLA PEDAGGIO
veicoli a 2 assi (auto, moto) veicoli a 2 assi e altezza >1,3 m (camper, pullman) veicoli a 3 assi (pullman, veicolo con carrello) veicoli a 4 assi (veicolo con roulotte, TIR) veicoli a 5 assi (TIR)  
Calcola il Pedaggio » Casello d'entrata Casello di uscita
BRETELLA DI VALDARO INAUGURATA, VALORE AGGIUNTO PER IL TERRITORIO
Un altro importante progetto che diventa realtà e che si aggiunge alle iniziative che come Autostrada del Brennero sosteniamo...
dettaglio »
NUOVA STAZIONE DI RIFORNIMENTO GNL E GNC A SADOBRE
L’investimento, pari a quasi 2 milioni di euro, contribuirà a ridurre l’impatto ambientale. E' la prima su un asse...
dettaglio »
INCONTRO TRA A22 E AUTOTRASPORTATORI ALL’INSEGNA DEL DIALOGO E DELLA CONDIVISIONE
Aree di sosta e servizi dedicati, aree di servizio cardio-protette, colonnine per la ricarica dei gruppi frigo, distributori di...
dettaglio »