PREVISIONI TRAFFICO
Traffico intenso:
03, 09, 17, 26, 30 dicembre/Dezember
Traffico Critico:
07, 08, 26 dicembre /Dezember (NORD) - 10 dicembre/Dezember (SUD)

Progetti europei

ASSIST

ADVANCED SNOW PLOUGH AND SALT SPREADER BASED ON INNOVATIVE SPACE TECHNOLOGIES (2014-2017)


Il progetto è coordinato da ISMB (Istituto Superiore Mario Boella) e finanziato dall’Agenzia Spaziale europea (ESA) all’interno del programma ARTES 20 “Space based services for winter road maintenance”. L’obiettivo del progetto consiste nel realizzare uno studio di fattibilità sulla sostenibilità tecnica ed economica di un sistema di manutenzione invernale stradale basato su tecnologie spaziali allo scopo di ottenere, analizzare e sfruttare informazioni su strade e previsioni metereologiche: la navigazione satellitare e l’osservazione della Terra.

ASSIST sfrutta il sistema di on Board Unit (OBU) sviluppato da ISMB contando su tecnologie già disponibili sul mercato e pronte per l’impiego in quanto utilizzate con successo in precedenti progetti di ricerca portati a termine dai membri del consorzio che include anche Giletta, Geoville Group e Alpha Consult.

Nello specifico, il progetto prevedeva che nel corso della stagione invernale 2016-2017 venissero effettuati dei test dimostrativi lungo il tratto pilota di competenza del Centro di Sicurezza Autostradale di Vipiteno. La Società ha messo a disposizione mezzi di sua proprietà dotati del sistema ASSIST e i cui conducenti sono stati formati sul loro utilizzo nelle consuete attività di gestione invernale.



BrennerLEC

    sito internet ufficiale:  www.brennerlec.life 
     
ll progetto BrennerLEC si colloca nel contesto di un’area sensibile come le Alpi e si pone l’obiettivo di creare un “corridoio a emissioni ridotte” (LEC – Lower Emissions Corridor) lungo l’asse autostradale del Brennero al fine di ottenere un chiaro beneficio ambientale nei settori della tutela dell’aria e della protezione del clima, nonché una riduzione dell’inquinamento acustico.

Tali obiettivi saranno perseguiti tramite l’implementazione e la validazione di una serie di misure. 




C-ROADS ITALY (2017-2020)

Per molti aspetti i veicoli di oggi sono già dispositivi connessi. Tuttavia, nel prossimo futuro anche loro interagiranno direttamente tra loro e con l'infrastruttura stradale. Questa interazione è l’oggetto dei sistemi di trasporto intelligenti cooperativi (C-ITS), che consentiranno agli utenti della strada e ai responsabili del traffico di condividere e utilizzare le informazioni precedentemente non disponibili e di coordinare le loro azioni. Questo elemento cooperativo dovrebbe migliorare notevolmente la sicurezza stradale, l'efficienza del traffico e il comfort di guida, aiutando il conducente ad adottare le giuste decisioni e ad adattarsi alla situazione del traffico.

La cooperazione C-Roads è considerata uno strumento adeguato degli Stati membri per continuare la loro attività di coinvolgimento nel campo dinamico dei C-ITS.

Gli Stati membri in tutta Europa predisporranno i siti pilota C-ITS necessari per la sperimentazione ed il successivo funzionamento di use case "Day-1", raccomandati dalla Commissione C-ITS della Commissione europea, investendo nella loro infrastruttura.  Il settore dell’automotive e l'industria utilizzeranno questa infrastruttura pilota per testare componenti e servizi.

È compito di numerosi gruppi di lavoro C-Roads, che operano in stretta collaborazione con Amsterdam Group, con il progetto InterCor nonché con le piattaforme UE-C-ITS e ITS dell'UE, elaborare specifiche tecniche ed accordi per l'implementazione di infrastrutture armonizzate e interoperabili.

Sulla base di queste specifiche e degli accordi presi, gli aspetti tecnici e organizzativi saranno testati in diversi siti pilota in tutta Europa, dove diversi quadri organizzativi, approcci tecnici, ambienti operativi e flotte di veicoli testeranno e valuteranno le prestazioni e la fattibilità dei sistemi e dei servizi C-ITS armonizzati.

Anche se i servizi ed i sistemi implementati si differenzieranno nei siti pilota di C-Roads, tutte le installazioni verranno eseguite in modo armonizzato assicurando, in particolare, i suddetti servizi interoperabili di utenti finali basati sulla cooperazione internazionale.

Per garantire l’interoperabilità, i test cross-site saranno organizzati dalla C-Roads Platform ed eseguiti dal consorzio C-Roads. Tutti i siti pilota partecipanti dovranno fornire le infrastrutture di test, sia a livello stradale, sia a bordo del veicolo.

C-ROADS ITALY prevede di testare una serie di servizi C-ITS "Day1", principalmente lungo l’A22, ma anche lungo dei tratti autostradali di CAV e Autovie Venete, come raccomandato dalla Piattaforma C-ITS.

Nell’ambito del progetto verranno testate anche, rispettivamente da CRF e da IVECO, due applicazioni specifiche (l’Highway Chauffeur e il Truck Platooning).

Ciò implica l’adeguamento dell'infrastruttura e l'integrazione dei servizi C-ITS V2I e delle informazioni V2V con le strategie di controllo dei veicoli.

I-HeERO

Dal 2015 (e fino al 2017) Autostrada del Brennero partecipa al progetto I-HeERO sull’implementazione dell’emergency call in previsione dell’istituzione del numero unico europeo per le emergenze (112).

L’obiettivo del progetto è quello di studiare e valutare un modello di implementazione dell’eCall in Italia compatibile con l’architettura nazionale dei sistemi di emergenza e con l’infrastruttura europea 112.

Nell’ambito del progetto, A22 metterà a disposizione mezzi pesanti e veicoli degli ausiliari della viabilità, affinché vi vengano installati box pensati per i test di emergency call per mezzi pesanti e contribuirà all’integrazione del software di supervisione della propria centrale operativa con il sistema utilizzato dalla Centrale Unica di Emergenza della Provincia di Trento per informazioni relative al traffico e intervento di e-call lungo l’A22.

RPBHealTec

Road Pavements & Bridge  deck Health monitoring / early warning using advanced inspection Technologies (2014-2016)                 
 

Dal 2014 al 2016 Autostrada del Brennero SpA ha partecipato al progetto europeo RPBHealTec (Road Pavements & Bridge  deck Health monitoring / early warning using advanced inspection Technologies), promosso nell’ambito del bando SME-2013-1 del 7° Programma Quadro della Commissione Europea.

Il progetto ha avuto come obiettivo lo sviluppo di un sistema integrato e automatizzato d’ispezione basato su tecnologia non distruttiva (Non Destructive Techniques – NDT) e capace di rilevare la presenza di difetti della pavimentazione, determinarne la causa, l’entità ed il tasso di deterioramento, fornire informazioni per la valutazione della stabilità e dell’efficienza della pavimentazione, nonché valutare, infine, il rapporto costo-efficacia delle misure correttive, fornendo tali informazioni in tempo reale senza causare turbative al traffico.

Il sistema, che mira a migliorare e ottimizzare il controllo e la manutenzione delle strade europee, riducendo i costi e aumentando la sicurezza del traffico, è volto altresì a dimostrare il valore aggiunto della combinazione delle tecnologie Ground Penetrating Radiography (GPR), InfraRed Termography (IRT) e Air Coupled Ultrasonic (ACU) in uno strumento affidabile, veloce e sicuro per le ispezioni della pavimentazione.

Nell’ambito di RPBHealTEC Autostrada del Brennero SpA ha messo a disposizione la propria infrastruttura al fine di consentire alle PMI partner di progetto di testare il sistema sviluppato. In particolare ha fornito le caratteristiche dettagliate della struttura della pavimentazione del tratto di sperimentazione, compreso tra il km 256 ed il km 313, più soggetto a difetti sia superficiali, sia di sottofondo, causati principalmente dalla natura argillosa del terreno.

Nel corso del 2016 il prototipo sviluppato l’anno precedente è stato impiegato su Autostrada del Brennero per effettuare le ispezioni oggetto di progetto. A giugno 2016 i risultati del progetto sono stati presentati alla Commissione Europea.



SAFESTRIP (2017-2019)

Il progetto SAFESTRIP, promosso nell’ambito del programma Horizon2020 e della durata di 3 anni (2017-2019) prevede l’incremento delle applicazioni dei sistemi cooperativi (C-ITS) in ambito stradale con l’ideazione di strisce intelligenti (comprensive di micro/nano sensori) da applicare sulla pavimentazione, a beneficio dell’utente finale (sicurezza alla guida) e dell’operatore stradale (stato pavimentazione, manutenzione). Il sistema sviluppato nell’ambito del progetto, che permetterà di garantire una comunicazione V2I (veicolo-infrastruttura), verrà testato in Spagna, Francia, Grecia ed Italia. Uno dei test sites italiani verrà ospitato da Autostrada del Brennero.



URSA MAJOR II

Il progetto Ursa Major II è un progetto cofinanziato dalla Commissione europea della durata di 5 anni (2014-2018) relativo all’implementazione di sistemi ITS finalizzati al miglioramento della gestione del traffico stradale su scala europea. Autostrada del Brennero vi partecipa con 3 diverse attività.

La prima attività riguarda l’implementazione di un centro di controllo per mezzi pesanti in corrispondenza della barriera autostradale di Vipiteno (BZ) al fine di incrementare la sicurezza degli autotrasportatori e, indirettamente, anche quella dei restanti utenti autostradali. La struttura sarà gestita dalla Motorizzazione Civile di Bolzano in collaborazione con la Polizia Stradale al fine di controllare l’efficienza dei mezzi pesanti circolanti, anche grazie all’ausilio di apparati ITS. Attualmente il progetto è ancora in fase di approvazione presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

La seconda attività riguarda l’aggiornamento dell’attrezzatura hardware e software del sistema di rilevamento automatico degli incidenti (AID – Automatic Incident Detection) installato nelle gallerie più lunghe di 500 m (Brennero – Fortezza – Virgolo e Piedicastello) e l’installazione di nuove telecamere per incrementare la copertura video della tratta di competenza a partire dal Centro di Assistenza Utenza (C.A.U.). A fine 2016 risulta aggiornato il software del sistema AID presso le gallerie Piedicastello, Virgolo e Brennero e risultano installate 30 nuove telecamere in itinere.

La terza attività riguarda l’implementazione di informazioni meteo lungo l’A22, specie ai fini di una migliore gestione delle operazioni invernali. L’obiettivo è quello di avere una stazione metereologica fissa ogni 10 km e di installare sensori meteo mobili sui furgoni degli Ausiliari alla Viabilità per rilevare le condizioni della pavimentazione, soprattutto nel periodo invernale: questo tipo di monitoraggio consente non solo di incrementare il livello di aderenza dei veicoli e, di conseguenza, il livello di sicurezza dell’utenza in transito, ma anche di ridurre la quantità di fondenti salini impiegati, limitando in tal modo l’impatto ambientale.

A fine 2016 risultano installate 3 nuove stazioni meteo fisse in itinere e 3 nuove stazioni mobili sui furgoni degli Ausiliari della Viabilità.



URSA MAJOR neo (2017-2020)

Il progetto URSA MAJOR Neo (UMneo) prosegue lo sviluppo di servizi ITS per migliorare il traffico merci sulla rete stradale TEN-T lungo i corridoi core CEF RHINE-ALPS e SCANMED, collegando i porti del mare del Nord, la regione del Reno e della Ruhr, le aree metropolitane della Germania meridionale e del nord Italia con i porti mediterranei fino in Sicilia. I partner del progetto a livello europeo provengono da Germania, Italia e Paesi Bassi.

Il miglioramento dei servizi per il traffico merci internazionale lungo i suddetti corridoi è il principale valore aggiunto europeo di UMneo.

UMneo si basa sui risultati dei progetti cofinanziati dall’UE: Ursa Major e Ursa Major 2. Estende la portata del progetto geograficamente espandendo la rete per coprire completamente la parte meridionale del corridoio SCANMED e concettualmente affrontando esplicitamente l'aspetto intermodale  del trasporto. Pertanto, il gruppo dei partner (implementing bodies) in UMneo è stato ampliato per includere i nodi urbani, ed in particolare operatori portuali ed operatori di hub ferroviari.

Quattro le attività specifiche che Autostrada del Brennero SpA implementerà nell’ambito del progetto:

  • sviluppo di un’app per informare i conducenti di mezzi pesanti sulla disponibilità di stalli liberi. In particolare, per quanto di competenza A22, l’app mostrerà il numero di stalli liberi presso le aree parcheggio Brennero, Sadobre, Rovereto sud e Campogalliano ovest;

  • installazione di nuove colonnine di ricarica per i gruppi frigo di mezzi pesanti presso il parcheggio di Rovereto sud. L’attività prevede in particolare l’installazione di 5 colonnine di ricarica; 

  • installazione di nuovi pannelli a messaggio variabile in corrispondenza di 6 accessi autostradali. L’attività prevede che i PMV (inclusi supporti e l’interfacciamento con il CAU) siano installati presso le stazioni autostradali di Bolzano sud (2 PMV), Verona nord, Mantova sud, Reggiolo Rolo e Carpi;

  • predisposizione di un nuovo sistema di disaster recovery e di un nuovo video server per il Centro Assistenza Utenza (C.A.U.). L’attività prevede in particolare la creazione di una piccola centrale operativa presso il Centro di Sicurezza Autostradale di San Michele all’Adige (TN), con funzionalità piena per quanto riguarda la gestione del traffico e funzionalità minima per quanto riguarda la gestione delle informazioni. Tale sistema di backup sarà gestito da due operatori e sarà utilizzato nel caso eventuali emergenze impossibilitino l’attività del C.A.U. A22. Nell’ambito di tale attività sarà necessario lo sviluppo di opportuno software, l’acquisto dell’indispensabile hardware e di un videowall con monitor LCD. Inoltre, presso l’attuale C.A.U. sarà installato un nuovo video server per raccogliere le immagini dalle apparecchiature di periferia e renderle accessibili in diversi formati, a beneficio di molteplici apparecchiature (tablet, smartphone, NVR e così via).

CALCOLA PEDAGGIO
veicoli a 2 assi (auto, moto) veicoli a 2 assi e altezza >1,3 m (camper, pullman) veicoli a 3 assi (pullman, veicolo con carrello) veicoli a 4 assi (veicolo con roulotte, TIR) veicoli a 5 assi (TIR)  
Calcola il Pedaggio » Casello d'entrata Casello di uscita
PNEUMATICI INVERNALI O CATENE A BORDO
La misura serve a garantire la sicurezza di tutti gli utenti Dal 15 novembre al 15 aprile scatta l’obbligo su...
dettaglio »
OGNISSANTI: CONSIGLI UTILI PER PARTENZE INTELLIGENTI
Pianificare la partenza e verificare la situazione in autostrada prima di mettersi in viaggio tra le buone pratiche da...
dettaglio »
A22 SEMPRE PIÙ GREEN
1.900 cariche, 22.000kWh erogati, 49 tonnellate di CO2 in atmosfera in meno.
dettaglio »