INNOVAZIONE

Autostrada del Brennero è attiva su diversi fronti al fine di avvalersi di tecnologie Sempre più all’avanguardia per accrescere i livelli di sicurezza e di servizio dell’infrastruttura e per ridurre l’inquinamento ambientale e acustico.

La Società aderisce attivamente a numerosi progetti europei rivolti alla sperimentazione di una guida sempre più automatizzata e autonoma e ad una gestione del trasporto pesante più efficiente.
PoDIUM (2022-2025)
Progetto volto all’Implementazione di un’infrastruttura ICT verso l’automazione dei trasporti su strada.

Progetto del Programma Europeo Horizon Europe con l’obiettivo di implementare casi d’uso specifici di guida connessa ed autonoma (sia in ambienti urbani che autostradali), dimostrati e convalidati in condizioni reali in 3 Living Labs del progetto in Germania, Italia e Spagna, coinvolgendo anche luoghi transfrontalieri e strutture fisiche autostradali cruciali, ma anche critiche, come le gallerie.

I casi d’uso proposti mirano in particolare a far progredire una serie di tecnologie chiave dell'infrastruttura fisica e digitale (PDI). Nel progetto viene seguito un approccio multi-connettività per garantire affidabilità, disponibilità e ridondanza del sistema PDI.


La Società è coinvolta nel caso d’uso «Gestione  del rischio in una galleria autostradale». L'obiettivo di questo caso d’uso autostradale è quello di quantificare il livello di rischio di una galleria e di usarlo per adattare in anticipo il livello di automazione dei veicoli connessi/cooperativi in avvicinamento.

 

MERIDIAN (2021-2025)
Progetto volto alla valutazione delle potenzialità del 5G per la guida connessa ed autonoma.

Ha lo scopo di promuovere la digitalizzazione del sistema di mobilità, concentrandosi principalmente sui corridoi della rete centrale CEF Scandinavo-Mediterraneo e Mare del Nord-Baltico, implementando sistemi e servizi digitali lungo i corridoi di trasporto merci europei più trafficati. Le sue implementazioni sosterranno gli obiettivi comuni di aumentare la sicurezza del traffico e ridurre la congestione e l'inquinamento ambientale.

 

 La Società è coinvolta nei seguenti task:

  •  Task 1.03 “Cooperazione transfrontaliera” all’interno del quale è stato istituito il gruppo di lavoro tecnico “Digital Green Brenner Corridor” coordinato da Autostrada del Brennero
  •  Task 4.10 “Creazione di un layer di MaaS integration e estensione dell’infrastruttura per ridurre le emissioni inquinanti”

 

Creazione di un layer di MaaS integration

Realizzazione di un cruscotto di gestione e di un motore di Trip Planning multimodale/intermodale in tempo reale che utilizza i dati di traffico disponibili lungo il corridoio, esponendo le funzioni di calcolo del percorso a terze parti.
Il progetto in concreto ha lo scopo di creare una vera e propria infrastruttura digitale in grado di:

  • essere collettore dei dati della mobilità provenienti dai concessionari autostradali e dai vari servizi di trasporto attivi sui territori limitrofi;
  • essere una layer abilitante per servizi di terze parti e fornire sia open data che open services sulla mobilità.

Il progetto è unico nel suo genere in quanto volto alla costruzione di un corridoio autostradale europeo digitale, che unisca infrastrutture e servizi di diverse aree geografiche, nazionali e transfrontaliere.

Estensione dell’infrastruttura per ridurre le emissioni inquinanti

La Società integra sensori a basso costo per la misurazione della qualità dell'aria, sistemi di rilevamento del traffico (spire/TVCC) e pannelli a messaggio variabile (fotovoltaici e non), al fine di estendere le misure di gestione del traffico attuate nell'ambito del progetto europeo BrennerLEC per aumentare la capacità autostradale e ridurre le emissioni, raggiungendo così gli obiettivi ambientali dell'azione.

Pass4Core-ITA 2 (2021-2024)

Il progetto del Programma Europeo Connecting Europe Facility 2 (CEF 2)  vede Autostrada del Brennero come coordinatore e consiste nello sviluppo di una rete di aree di sosta sicure per mezzi pesanti (SSTPA) lungo la rete stradale italiana TEN-T. Tutte le aree di parcheggio saranno realizzate con i più alti standard di sicurezza, protezione, qualità, connettività e trasparenza, secondo lo standard di parcheggio dell'UE dello studio sui parcheggi sicuri e protetti MOVE/C1/2017-500.

La Società prevede di certificare tre aree di parcheggio per mezzi pesanti secondo gli standard europei:

Sadobre (BZ)

  • realizzazione di un’infrastruttura ICT per la sorveglianza dell’area di parcheggio
  • potenziamento del sistema di illuminazione
  • adattamento delle procedure per raggiungere i requisiti necessari per ottenere la certificazione

Certificazione bronzo


Trento Nord/Interbrennero (TN)

  • realizzazione di servizi igienici e docce per conducenti di mezzi pesanti, suddivisi per uomini e donne
  • potenziamento della pista di accesso
  • realizzazione di un’infrastruttura per la sorveglianza e l'accesso all’area di parcheggio
  • potenziamento del sistema di illuminazione
  •  adattamento delle procedure per raggiungere i requisiti necessari per ottenere la certificazione

Certificazione argento


Rovereto Sud (TN)

  • realizzazione di un’infrastruttura per la sorveglianza e l'accesso all’area di parcheggio
  • adattamento delle procedure per raggiungere i requisiti necessari per ottenere la certificazione

 Certificazione argento

 

 


 

NAPCORE (2021-2024)
Progetto volto alla creazione di un meccanismo europeo coordinato di punti di accesso nazionali (NAP) 

2021-2024

Cofinanziato da un'azione di supporto nell'ambito del programma CEF della Commissione Europea, NAPCORE è stato lanciato come meccanismo di coordinamento per migliorare l'interoperabilità dei National Access Point quale spina dorsale dello scambio di dati sulla mobilità europea.


NAPCORE

  • migliora l'interoperabilità dei dati relativi alla mobilità in Europa grazie all'armonizzazione e all'allineamento degli standard dei dati sulla mobilità.
  • aumenta l'accesso ai dati e amplia la loro disponibilità per la mobilità attraverso un accesso coordinato agli stessi e una migliore armonizzazione dei NAP europei
  • potenzia i punti di accesso nazionali e le amministrazioni nazionali definendo e attuando procedure e strategie comuni, rafforzando la posizione e il ruolo dei NAP, sostenendo i passi verso la creazione di soluzioni a livello europeo per meglio facilitare l'uso dei dati a livello europeo.

www.napcore.eu

LIFE Alps (2019-2027)
Progetto volto alla catalizzazione dello sviluppo di un sistema di trasporto su strada ad emissioni zero in Alto Adige, lungo il corridoio del Brennero e nelle regioni limitrofe.

 
2019-2027

Il "Piano strategico per l'attivazione della mobilità sostenibile in Alto Adige" comprende progetti e servizi di trasporto ad emissioni zero, in corso e pianificati, inclusi quelli specificati nel progetto LIFE alps (2019-2026), promosso nell’ambito del bando LIFE Integrated Projects 2017 della Commissione Europea.

Fine ultimo del progetto LIFE è catalizzare lo sviluppo di un sistema di trasporto su strada ad emissioni zero in Alto Adige, lungo il corridoio del Brennero (principale asse europeo del traffico) e nelle regioni limitrofe.

L'introduzione di veicoli a zero emissioni nei servizi del settore pubblico e privato potrà contribuire a una significativa riduzione dell'inquinamento dell’area alpina e definire un percorso per completare la decarbonizzazione del sistema di trasporto locale per mezzo dello sfruttamento di combustibili locali rinnovabili (idrogeno ed elettricità), utilizzando l’abbondante energia idroelettrica e altre risorse rinnovabili disponibili nell'area.

Istituendo “Comuni modello”, con servizi diversificati a zero emissioni, l'Alto Adige fungerà da esempio, dimostrando come una combinazione di precoce impiego di veicoli a zero emissioni da parte di agenzie pubbliche e società private, insieme a politiche regionali intelligenti, sia in grado di stimolare l'adozione diffusa di servizi a emissioni zero a livello regionale.

Una parte importante di LIFE alps riguarda anche l’identificazione di numerose azioni complementari alle principali attività di progetto: dall'installazione di apparecchiature di ricarica elettrica e ad idrogeno, al dispiegamento di veicoli finanziati da una serie di enti pubblici e privati, regionali ed europei.

Tra le attività complementari rientra altresì l’impiego di fonti rinnovabili per la produzione di energia verde da erogare presso le stazioni di rifornimento e di ricarica in servizio a Bolzano, a Merano (BZ), in diversi comuni della Val Venosta, a Brunico e ad Affi.

Nell’ambito del progetto LIFE alps Autostrada del Brennero S.p.A. avrà concretamente due compiti principali:

  • realizzare un distributore di idrogeno a Verona Nord;
  •  come attività complementare, sebbene non co-finanziata dal progetto, installare colonnine di ricarica elettrica lungo l’asse autostradale.


L’attività che la Società implementerà nell’ambito del progetto sarà un veicolo per estendere la fornitura di servizi a zero emissioni al di fuori dell’Alto Adige, contribuendo in tal modo a fornire un’infrastruttura, complementare a quella altoatesina, capace di garantire una rete di ricarica che incoraggi l'adozione di veicoli a emissioni zero, sia privati, sia pubblici, in diverse regioni europee.


   www.life-alps.eu/it


Servizi
Centro Servizi
 
Calcola pedaggio
 
Mancato pagamento del pedaggio
 
Segnalazioni e reclami
 
Agevolazioni
 
Colonnine elettriche
 
Aree di sosta mezzi pesanti
 
Calendario divieto di circolazione
 
Calendario cantieri
 
Trasporti eccezionali
 
Colonnine elettriche per camion frigo
 
Servizio di lavanderia a Rovereto Sud
 
Avvisi di preinformazione
 
Bandi di gara
 
Esito bandi di gara
 
Download documenti
 
unchecked checked calcola pedaggio mancato pagamento fatturazione rimborso agevolazioni centro servizi parcheggi esterni play video play video hover